/Ray Ban Mezza Goccia

Ray Ban Mezza Goccia

Francesco Rutelli, anni dopo, si scuserà a nome di tutto il Centro sinistra. Troppo tardi. Safilo sotto il controllo di Vittorio tallona il cane. Russell, Mad City (1997) di Costa Gavras e L’oggetto del mio desiderio (1998). Tutte pellicole che ne sanciranno lo status di veterano di Hollywood e gli permetteranno di lavorare con attori della vecchia generazione (Dustin Hoffman e John Travolta), ma anche con interpreti emergenti, oggi famosissimi (Ben Stiller, Patricia Arquette e Jennifer Aniston). Sono anche gli anni del programma di divulgazione scientifica “Scientific American Frontiers” di cui è presentatore.La sua prima candidatura all’OscarWhat Women Want (2000) di Nancy Meyers lo vedrà nel ruolo a lui più consono: quello del borghese ricco, dell’imprenditore con il sorriso sulle labbra.

L’idea del musical era stata concepita da David De Silva (conosciuto come “Papà Fame” per via del titolo originale), un giovane idealista che credeva fermamente che l’inserimento di materie artistiche nel programma scolastico sarebbe stato d’ispirazione per i giovani di tutto il mondo. “Imparare a conoscere se stessi è un processo lungo una vita. Sarebbe molto più semplice però se, lungo il cammino, ci rendessimo conto che la vita è teatro.

Eppure lui, oltreoceano ci è andato veramente, portandosi dietro personaggi estremi, a volte poco concilianti o addirittura pulp. Pirati e esorcisti, assassini e amanti, che hanno ridisegnato una carriera leggermente provocatrice e controversa, ma senza particolari eccessi, furori e ossessioni di altri suoi colleghi.Comincia a recitare in televisione, apparendo in qualche episodio del telefilm Bombi Bitt och jag (1968) nei panni del protagonista, Bombi Bitt. Nel 1972, entra poi nella compagnia del Royal Dramatic Theatre di Stoccolma, dove rimane per 16 anni, partecipando a importanti spettacoli come “Ett Dromspel” (1986) e “Master Olof” (1988) di August Strindberg.Debutto al cinema e famigliaNel 1972 esordisce invece come attore cinematografico con la pellicola Strandhugg i somras (1972) di Mikael Ekman, nel frattempo si fidanzata con Megan Everett, poi dopo qualche anno si sposa con la dottoressa My Skarsgrd, dalla quale avrà ben sei figli: gli attori Alexander, Gustaf, Sam, Bill e Valter Skarsgrd, senza contare il penultimo figlio Eija Skarsgrd che invece non sceglie la carriera del padre.Apprezzato da Lars von TrierGrande amico di Peter Stormare fin dal 1976, viene diretto da Ingmar Bergman nel film tv Hustruskolan, poi recita il ruolo dell’ingegnere L’insostenibile leggerezza dell’essere (1988) con Daniel Day Lewis, che sarà anche il primo di molti duetti cinematografici con Lena Olin.